Dispositivi per l’apertura delle porte

Dispositivi per apertura delle porte

Nelle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, le porte installate lungo le vie d’esodo devono essere dotate di specifici dispositivi di apertura. I dispositivi per l’apertura delle porte sono disciplinati dal:

  1. D.M. 03 novembre 2004 a cui far riferimento nel caso di progettazione dell’attività tramite norme prescrittive;
  2. Codice di Prevenzione Incendi, all’interno del capitolo S.4.

La progettazione con norme prescrittive

In attività soggette al controllo VV.F. progettate tramite norme prescrittive si applica il D.M. 03.11.2004.

I dispositivi per l’apertura delle porte devono essere conformi alle norme:

  • UNI EN 179 – Dispositivi per uscite di emergenza azionati mediante maniglia a leva o piastra a spinta
  • UNI EN 1125 – Dispositivi per uscite antipanico azionati mediante una barra orizzontale.
Dispositivi per l'apertura delle porte - Norma UNI EN 179 e norma UNI EN 1125

In particolare, devono essere installati dispositivi almeno conformi alla norma UNI EN 179 qualora si verifichi una delle seguenti condizioni:

  • l’attività è aperta al pubblico e la porta è utilizzabile da meno di 10 persone;
  • l’attività non è aperta al pubblico e la porta è utilizzabile da un numero di persone superiore a 9 ed inferiore a 26.

Devono invece essere installati dispositivi conformi alla norma UNI EN 1125 qualora si verifichi almeno una delle seguenti condizioni:

  • l’attività è aperta al pubblico e la porta è utilizzabile da più di 9 persone;
  • l’attività non è aperta al pubblico e la porta è utilizzabile da più di 25 persone;
  • i locali con lavorazioni e materiali che comportino pericoli di esplosione e specifici rischi d’incendio con più di 5 lavoratori addetti.

La progettazione con il Codice di Prevenzione Incendi

In attività soggette a controlli VV.F. progettate con il Codice di Prevenzione Incendi non è più possibile applicare il D.M. 03.11.2004. All’interno del capitolo S.4 “Esodo” si riportano alcune prescrizioni da applicare per le porte ad apertura manuale.

Al fine di consentire la semplice apertura delle porte ad apertura manuale in condizioni di elevata densità di affollamento, ciascuna porta deve possedere i requisiti della tabella S.4-6. I dispositivi dell’apertura delle porte sarà funzione dell’ambito servito e del numero di occupanti che impiegano la porta nella condizione di esodo più gravosa.

Dispositivi per l'apertura delle porte - Tabella S.4-6 caratteristiche delle porte ad apertura manuale lungo le vie d'esodo

In alternativa a porte munite dei dispositivi di apertura della tabella S.4-6 sono comunque ammesse porte apribili nel verso dell’esodo. Le stesse devono essere progettate e realizzate a regola d’arte e l’apertura dovrà avvenire a semplice spinta sull’intera superficie della porta.

Per esigenze di sicurezza antintrusione sono consentiti sistemi di controllo ed apertura delle porte, con modalità certe, indicate nella gestione della sicurezza antincendio.

Autore: S. Allione – 3488939368

Mail: silvia.allione.92@gmail.com

La nuova RTV Centro Commerciali - Capitolo V.8 - D.M. 14.02.2020
Prev La nuova RTV Attività commerciali
Next Alimentazione promiscua della rete idranti
Alimentazione promiscua rete idranti

Leave a comment

error: Content is protected !!
Creative Commons License
Except where otherwise noted, FSEng - Ingegneria Antincendio by Andrea Quarta is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.