Curve di incendio Parametriche

Curva parametrica di incendio

Le curve dell’incendio parametrico presenti all’interno dell’Eurocodice forniscono i mezzi per analizzare il periodo di combustione. Si può usufruire di tali curve, le quali risultano un’efficiente metodologia di calcolo semplificato, nelle seguenti situazioni:

  • Soffitto e pareti dell’edificio realizzate con un unico strato di materiale;
  • Assenza di aperture nella copertura;
  • Temperatura omogenea nella struttura;
  • Presenza di compartimenti con un’estensione fino a 500 m2 in pianta;
  • Carico d’incendio;
  • Un’altezza del compartimento di massimo 4 m.

Nel momento in cui si è nei casi elencati sopra, la relazione fra temperatura e tempo sarà definita da:

La curva d’incendio parametrico si fonda sulla premessa che soffitto e pareti della struttura siano realizzato con un unico strato di materiale.

Nel momento in cui risultano esserci più strati di materiali differenti, l’Eurocodice offre una formula per calcolare il valore efficace b.

Temperature

Il grafico sopra riportato mostra l’evoluzione delle temperature in relazione al tempo e al modificarsi del carico d’incendio in m2. Superato l’aumento della temperatura che si verifica all’inizio, è possibile notare un ramo discendente, conseguenza dell’incendio del 70% del materiale all’interno della struttura. Si sottolinea, soprattutto, l’importanza del fattore di crescita, che permette di mantenere nella stessa maniera le temperature dei casi esaminati fino al principio del ramo decrescente.

Nel seguente grafico, invece, è possibile studiare le curve parametriche ottenute con un uguale carico d’incendio al variare della velocità d’ incremento della combustione. Le temperature, mosse sull’asse del tempo di un coefficiente, il quale dipende dal fattore di accrescimento dell’incendio, arrivano al medesimo livello.

Il fattore di accrescimento inficia al principio, per poi passare in secondo piano, dal momento che le curve conservano l’una con l’altra una distanza equivalente a quella raggiunta precedentemente.

Nel grafico proposto, si evidenza l’influenza fra il volume e le superfici aperte: si può subito osservare come il fattore di ventilazione riesca a determinare un lento aumento delle temperature rispetto alla fase iniziale.

verifica di resistenza al fuoco analitica per parete in blocchi non portante senza intonaco
Prev Verifica analitica di resistenza al fuoco per pareti in blocchi non portanti e senza intonaco
Next Nuova RTV edifici sottoposti a tutela
Nuova RTV10 edifici tutelati

Leave a comment

error: Content is protected !!