Resistenza al fuoco | 
FSE

Resistenza al
fuoco

Alcuni tipi di strutture, come il cemento armato, conseguono intrinsecamente una ragionevole resistenza al fuoco (sebbene per durate più lunghe possono essere necessari aumenti del  copriferro). Tuttavia, altri, come l’acciaio strutturale, hanno spesso bisogno di essere protetti dall’isolamento per evitare che il riscaldamento dell’acciaio raggiunga il punto critico che porta al collasso strutturale.

Tale isolamento può essere relativamente costoso e può influire sull’aspetto fisico della struttura, quindi è importante assicurarsi che l’isolamento non sia eccessivamente dimensionato.   

Convenzionalmente, nella maggior parte dei tipi di edifici, la quantità di protezione antincendio richiesta si basa sul riferimento a un documento di orientamento standard, fondata su una curva di incendio standard denominata ISO 834. 

Questo approccio è semplice, ma spesso si traduce in una sovra-specifica importante, perché sovradimensiona il protettivo da applicare alle strutture indipendentemente dal rischio di incendio su ciascun elemento. Ad esempio, in alcune situazioni la struttura potrebbe trovarsi in posizioni a rischio di incendio molto basse, come all’esterno dell’edificio o in un atrio. Inoltre, le previsioni dettagliate della gravità effettiva dell’incendio spesso provocano severità di fuoco molto più basse rispetto a quelle richieste.

L’ingegneria strutturale antincendio è una tecnica in cui è possibile prevedere la gravità effettiva del fuoco per ogni posizione all’interno dell’edificio e i calcoli effettuati dall’impatto di quell’incendio su ciascun elemento della struttura. Ciò può spesso comportare riduzioni molto significative della quantità di protezione antincendio richiesta per la struttura e notevoli risparmi sui costi.

FSEng comprende esperti in ingegneria del fuoco strutturale e ha una vasta esperienza nell’applicarlo a una vasta gamma di edifici.

Our jobs

fseng

Le nostre soluzioni

Depositi intensivi meccanizzati

Analisi meccaniche sia con curve d’incendio nominali che naturali per la valutazione della stabilità globale di depositi intensivi.

Analisi termiche avanzate

Analisi termiche sui materiali e sugli elementi strutturali, anche con l’applicazione dei diversi protettivi.

Analisi strutture leggere

Progettazione strutturale integrata con il mondo dell’antincendio in modo da non avere problemi a valle della realizzazione.

Staffaggio antisismico

II più grandi standard assicurativi richiedono che gli impianti antincendio siano sicuri anche in caso di sisma, per non avere sversamenti di acqua nell’attività e che continuino ad assolvere la loro funzione.

Ottimizzazione protettivi

Grazie ad un’approccio prestazionale è possibile verificare l’effettiva resistenza al fuoco della struttura e nei casi più favorevoli, evitare l’utilizzo di protettivi in modo da raggiungere le resistenze necessarie, alternativa sempre possibile anche per le strutture in acciaio.

Verifiche analitiche

Analisi meccaniche FEM sia con curve d’incendio nominali che naturali per la valutazione della stabilità globale.

Collasso implosivo

In alcuni casi è richiesto che le strutture collassino senza arrecare danni agli edifici adiacenti. Tramite una progettazione integrata, individuiamo le migliori soluzioni per evitare che il problema si presenti a valle del progetto.