Normativa antincendio delle facciate: la nuova Linea Guida

Grenfell Tower

Con la lettera circolare n. 5043 del 15 aprile 2013 il Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha approvato la nuova normativa antincendio delle facciate.

La Linea Guida Facciate non è cogente né prescrittiva, nonostante sia fortemente consigliata dai Vigili del Fuoco. Anche all’interno del Codice di Prevenzione Incendi (DM 03 agosto 2015) si consiglia l’utilizzo della normativa antincendio facciate!

Il campo di applicazione della Linea Guida è comunque riferita a edifici di altezza antincendio superiore a 12 m.

Obiettivi

La normativa antincendio delle facciate persegue l’obiettivo di:

  1. Limitare la probabilità di propagazione di un incendio originatosi internamente all’edificio. L’incendio può propagarsi da un piano all’altro attraverso interstizi presenti tra la testa del solaio/parete e la facciata;
  2. Limitare la probabilità di incendio di una facciata e la sua propagazione a causa di un incendio esterno all’edificio;
  3. Evitare la caduta di parti di facciata incendiate o disgregate che possono compromettere l’esodo.
Normativa antincendio delle facciate: propagazione di un incendio in facciata e la Grenfell Tower
Propagazione di un incendio di facciata e l’esempio della Grenfell Tower

I requisiti di resistenza al fuoco della nuova Linea Guida

La normativa antincendio delle facciate prescrive alcuni principali requisiti di resistenza al fuoco per tipologia di facciata. Tali requisiti sono richiesti per le facciate che appartengono a compartimenti con carico d’incendio maggiore o uguale a 200 MJ/mq.

  • Facciate curtain wall: in corrispondenza di ogni solaio/muro deve essere realizzata una fascia resistente al fuoco (EI60). Qualora la facciata non poggi direttamente su solaio/muro deve essere installata una giunzione EI60.
Normativa antincendio delle facciate. Requisiti di resistenza al fuoco delle facciate curtain wall
Requisiti di resistenza al fuoco delle facciate curtain wall
  • Facciate a doppia parete ventilate: i requisiti di resistenza al fuoco richiesti sono funzione della condizione di ispezionabilità dell’intercapedine. Le modalità di intervento sono quindi molteplici.
Normativa antincendio delle facciate. Requisiti di resistenza al fuoco delle facciate a doppia parete ventilata
Requisiti di resistenza al fuoco delle facciate a doppia parete ventilate

I requisiti di reazione al fuoco della nuova Linea Guida

La normativa antincendio delle facciate prescrive alcuni principali requisiti di reazione al fuoco dei materiali costituenti.

  1. I prodotti isolanti devono essere in classe 1 di reazione al fuoco. Tale requisito di reazione al fuoco è obbligatorio per i materiali posti a ridosso dei vani finestra. Anche i prodotti isolanti alla base della facciata e fino a 3 m fuori terra dovranno rispettare la classe 1 di reazione al fuoco;
  2. I materiali isolanti non ricadenti nel punto 1 potranno essere in classe C-s3,d2 se protetti da materiali in classe A2 di reazione al fuoco. L’isolamento in classe E di reazione al fuoco è accettato solo se protetto da materiali incombustibili di spessore minimo di 15 mm;
  3. Le guarnizioni e i sigillanti che occupano una superficie superiore al 10% di facciata dovranno rispettare i requisiti di cui ai punti 1 e 2;
  4. Gli elementi metallici (staffe, viti) suscettibili di raggiungere temperature superiori a 150°C non devono essere installati in contatto con prodotti isolanti.

Ma come sono esplicitati i requisiti di reazione al fuoco all’interno della normativa antincendio? Clicca il link sotto per un chiarimento!!

http://www.technoambiente.it/wp-content/uploads/2010/03/CONFRONTO-TRA-VECCHIE-E-NUOVE-CLASSI-DI-REAZIONI-AL-FUOCO.pdf

I requisiti aggiuntivi: esodo degli occupanti e sicurezza delle squadre di soccorso

La normativa antincendio delle facciate non prescrive alcun requisito per i vetri e i materiali fragili. Per permettere l’esodo degli occupanti o la sicurezza delle squadre di soccorso però, gli sbarchi delle vie di fuga devono essere protetti dalla caduta di materiali dall’alto.

Inoltre, le intercapedini delle facciate a doppia parete non possono essere usate come vie d’esodo per gli occupanti.

Autore: Silvia A. – 348.8939368

Mail: silvia.allione.92@gmail.com

Prev RTV 9 - Musei, gallerie, esposizioni, mostre, biblioteche e archivi in edifici tutelati
Next Scale con larghezza minore di 1200 mm e rampe con pendenza superiore al 8%

Leave a comment

Creative Commons License
Except where otherwise noted, FSEng - Ingegneria Antincendio by Andrea Quarta is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.